Il nostro team

scuole

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

IMG_4221  BENEDETTA 
Intraprendente, pragmatica, infaticabile. Ha unito la sua formazione come manager in grandi aziende alla sua vita da mamma di tre monelli e così è nata C’era due volte. Le sue origini romagnole restano nel suo strano accento e nello spirito accogliente e ospitale che fa sentire subito  a  casa chi viene a trovarci
Segni particolari: è l’organizzazione fatta donna , in men che non si dica, riesce a mettere in ordine qualsiasi situazione , un vero caterpillar,un fiume in piena di idee e progetti, non si stanca mai. Ma come farà?

 

giorgia spazio baby GIORGIA 
Detta anche “Colonna portante dello Spazio Baby”.
È salita a bordo del nostro team fin dall’inizio e ha sempre creduto in questa avventura. Se oggi i bimbi dello “Spazio Baby” sono tanti (e se aumentano sempre di più) lo dobbiamo soprattutto a lei! Solare, accogliente, infaticabile… una vera roccia.
Segni particolari: non si spaventa davanti a nulla. E per nulla intendiamo proprio “NULLA”. (Tanto che, secondo tutti noi, deve aver frequentato qualche misterioso e magico corso insieme ad Harry Potter). Impossibile (per grandi e piccini) non volerle un mondo di bene!

 

alessia spazio baby ALESSIA 
Gentile, sorridente e delicata come una fatina, Alessia è entrata a far parte dello “Spazio Baby” lo scorso novembre ed è stata subito amata da tutti i bambini. Grazie alla sua infinita dolcezza, riesce a mettere a suo agio chiunque ed è bravissima nel placare eventuali e improvvisi pianti o capricci.
Segni particolari: conosce un vastissimo repertorio di canzoni, da “Whisky” il ragnetto” a “I nanetti sulla montagna”, passando per “Il coccodrillo come fa?” e molte, molte altre. Che è sempre un piacere – per noi tutti – scoprire e ascoltare.

 

Roberto C'era due volte ROBERTO 
Detto anche “Il Vulcano delle Feste”.
Energico e adrenalico, Roberto è un bravissimo (e fascinoso) attore e per noi è l’animatore in grado di rendere esplosiva qualsiasi festa di compleanno e far divertire come pazzi tutti i bambini presenti. Anche quelli che all’inizio fanno un po’ i timidi e sembrano un tantinello restii a scatenarsi.
Segni particolari: non si ferma MAI. Perché, per qualche strano e felice meccanismo di ricarica, più lui anima le feste e più le feste, a loro volta, animano (e rianimano) lui. Consentendogli, tanto per dirne una, di non perdere mai il suo sorriso.