Pareva un gioco” A. Papini (Lapis)

16
Nov
2015

giocolapis

La cronaca vera dell’evento più sconvolgente degli ultimi anni, l’attentato alle torri gemelle, passa attraverso lo sguardo vivido e allo stesso tempo sognante dell’infanzia. La bambina protagonista narra la violenza del mondo adulto filtrata dai fatti, piccoli, dell’esperienza infantile di ogno giorno. La memoria, filo conduttore di questo come degli altri albi dell’autrice, è il modo, l’unico forse, per superare, anche se non indenni, il momento presente. E solo il gioco, “il facciamo che” lo scambio, con un compagno di scuola venuto da luoghi di guerra, la condivisione di un silenzioso linguaggio fatto di sguardi, pare essere la reale via di un ritorno alla normalità di cui ogni bambino ha diritto.
A un anno dall’attentato, un libro che niente vuol spiegare, ma che rappresenta una testimonianza e allo stesso tempo un modo per dialogare con i bambini sul dramma della guerra.

Casa editrice: Lapisi (collana Istrici d’Oro)
Costo: 12,00 euro
Consigliato per: i bambini dai 7 anni in su